domenica 10 luglio 2016

Immagine-tratta-da-Il-sapore-della-ciliegia

Abbas Kiarostami Il sapore della ciliegia

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di domenica 10 luglio 2016

.

la repubblica

Fabio Gambaro Per scrivere devo restare vivo. Intervista a Michel Houellebecq. “Non abbiamo nulla in comune, l’Europa è solo una struttura burocratica, un’illusione Avrei votato anch’io per lasciarla…”. “Quando scrissi ‘Sottomissione’ immaginai che avrebbe potuto suscitare delle polemiche.  Ma un artista deve resistere all’autocensura”  [ministero istruzione]

.

Emiliano Morreale Il peso della cultura. La morte del regista Kiarostami ha fatto riflettere sul tramonto di un genere “alto” che però incontrava il favore del pubblico. Tramonto assecondato da certa critica. Si fa largo, anche fra gli esperti, l’attitudine a mettere in ridicolo le opere che vengono da paesi lontani o quelle d’impegno civile realizzate con pochi soldi. All’inverso si valorizzano alcune serie tv. Ma in questo atteggiamento c’è poco di liberatorio e di politicamente scorretto

.

Raffaella De Santis Ghezzi: “C’è ancora un cinema che riesce a ipnotizzarci” [fondazione ente dello spettacolo]

.

Antonio Gnoli Oliviero Toscani. Straparlando. L’infanzia, il collegio a Zurigo, gli scatti sul dolore e la malattia. Il fotografo si racconta. “Trasgredire va bene, ma senza lasciarsi imbrigliare”.  “La mia vita di uomo assai fortunato scandita dal pensare per immagini” [ministero istruzione]

.

Massimo Recalcati Quanta fragilità dietro l’esibizione di potenza virile. I tabù del mondo. Gonfiare i muscoli, esibire il corpo come un trofeo competere alla morte per l’affermazione professionale accumulare denaro… Sono tutti tratti che indicano una sopravvalutazione della prestanza fisica nel genere maschile, rappresentata nella cultura greca e romana dalla figura mitologica di Priapo

.

corriere della sera

Thomas Assheuer La mia accusa. Intervista a Jürgen Habermas. Il filosofo sulla Brexit, la Ue, Merkel. «Lei ha una sola idea: restiamo fermi»  [corriere]

.

corriere della sera – la lettura

Matteo Persivale Richard Ford. Mio padre è morto tra le mie braccia. Io mi sentii sollevato. I sentimenti (e il racconto dei sentimenti), la scrittura (e una certa noia che la scrittura può produrre), la vita (e la sua rappresentazione), l’amore (cioè la moglie Kristina). «La Lettura» ha incontrato l’autore del «Giorno dell’indipendenza» a casa sua nel Maine nel lungo weekend del 4 luglio, prima del viaggio in Italia: annuncia che il suo prossimo libro potrebbe essere l’ultimo, ma poi anticipa la trama di un altro

.

Davide Ferrario  La lezione dei piccoli maestri. Viviamo, non da oggi, in una società in cui è venuta meno l’autorevolezza. Così seguaci, discepoli, follower hanno perso i loro punti di riferimento. Ma una soluzione  c’è: tramontati gli interpreti capaci di un grande pensiero, ci aggrappiamo persino con sollievo a eroici insegnanti che ancora abitano la scuola italiana

.

Ilaria Gaspari In amore ascoltate Spinoza per evitare il rischio Bovary. Un legame gioioso e maturo non è una passione esclusiva: esige una presa di distanza per comprendere e accettare l’inaccessibilità dell’altro

.

Emanuele Trevi Il corpo di Borges dietro il monumento. L’argentino Alan Pauls rilegge l’opera dello scrittore partendo dalla voce. E rintraccia nella cecità  la scintilla dell’ispirazione. Oltre l’immagine glaciale, estranea alla vita vera, alimentata da lui stesso.

.

la stampa

Mirella Serri Se 1300 pagine vi sembran poche. Critici divisi sulla mole della Scuola cattolica il libro di Albinati che ha vinto lo Strega [sistema universitario pisano]

.

Federico Vercellone L’eccellenza del Nietzsche italiano

.

il manifesto – alias

Andrea Calzolari Le rovine di Volney su sfondo politico. Al ritorno dal suo viaggio in Egitto e in Siria, nel 1791, l’ideologo rivoluzionario scrisse la sua «Meditazione sulle rivoluzioni degli imperi»: dopo oltre 150 anni la ritraduce Mimesis  [manifesto]

.

Francesca Piazza Come pilotare la città? Innanzitutto liberandosi della stasis. Esiste una scienza o una tecnica per gestire l’amministrazione della polis ed evitare la guerra civile? Un saggio sulla «politica» greca di Giuseppe Cambiano, «Come nave in tempesta. Il governo della città in Platone e Aristotele»  [manifesto]

.

Corrado Bologna La fabbrica delle lacrime. Barbara H. Roseweig ripercorre in «Generazione di sentimenti» un millennio della storia europea, dal 600 al 1700, alla ricerca dei nessi con le strutture storico-ideologiche dei contesti sociali  [manifesto]

.

Maurizio Ferraris Piangere, un modo per mettere un velo tra noi e l’avvenire. Deridda. Un cambiamento di rotta nella concezione del visibile maturata dal filoso francese: ora è l’imminenza e non più soltanto una presenza, che si cerca di determinare: saggi e conferenze in “Pensare al non vedere”  [manifesto]

.

Federico De Melis Apollinaire all’Orangerie, gli impuri spiriti dell’avanguardia. Intimo di Picasso, il poeta dei calligrammi è stato il primo critico del cubismo. È intorno al concetto di «tableau-objet», da lui propugnato, che si muove questa mostra-sarabanda  [manifesto]

.

il fatto

Malcom Pagani “Basta pippe intimiste, la gente paga un biglietto, non bisogna stroncarla”. Intervista a Gabriele Mainetti. Il regista: “Nessuno credeva al film: ‘Qui non siamo in America’”   [fondazione ente dello spettacolo]

.

il sole 24ore – domenica

Alessandro Pagnini La rivoluzione di Koyré. Una biografia intellettuale ricca di notizie di prima mano che non parla soltanto dello storico della scienza ma lo inserisce tra i grandi del «secolo breve»  [sole24ore]

.

Giuseppe Scaraffia I diari dell’inquietudine. Andrè Gide (1869-1951). Più abile di Proust e Wilde, ha trasformato l’omosessualità e il matrimonio mai consumato che per i contemporanei è una colpa infamante in un esempio di liberazione interiore  [sole24ore]

.

Filippo La Porta Flâneur della parola. Valentino Zeichen (1938-2016)

.

Goffredo Fofi Io, ovvero noi, ovvero tu. L’obiettivo raggiunto da Annie Ernaux è scrivere opere «auto-socio-biografiche» come «Il posto», dove la sua è «una vita di donna confusa e distinta nel movimento della sua generazione»

.

Roberto Casati Egoisti o vaccinati? Dilemmi morali. Il caso degli algoritmi di Google Cars che scelgono quali vite salvare ha molto in comune con chi non vaccina i figli  [sole24ore]

.

Valerio Castronovo Fabbrichette al tramonto. Marco Revelli compie un viaggio-racconto nei luoghi del «secondo miracolo economico» che ora appaiono in disarmo e in attesa di nuove opportunità di sviluppo e mobilità  [sole24ore]

978880622944GRA

.

Gianfranco Ravasi William il misericordioso. La religiosità in Shakespeare. Alcuni suoi personaggi insegnano che l’uomo è capace d’amore e pietà, benché la condizione umana sia miseria, vizio, angoscia e solitudine  [sistema universitario pisano]

.

Goffredo Fofi Ciliegia dal sapore ribelle. Abbas Kiarostami (1940-2016)  [sole24ore]

 

il giornale

Jamie James Una stagione a Giava. Ecco il Rimbaud d’Oriente. Il viaggio misterioso del 1876. Il poeta si era arruolato fra i coloniali olandesi. Giunto in Indonesia, subito sparì. Uno scrittore sulle sue tracce  [giornale]

.

Massimiliano Parente Rughe, zombi e Strega nella notte dei defunti vivi. Cronaca di un premio (letterario) annunciato.  Albinati come previsto ha vinto bevendosi i rivali e il celebre liquore. Ma la serata, tra noia e ospiti, è stata da brividi [giornale]

domenica 10 luglio 2016

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...