domenica 12 giugno 2016

M.C.Escher-LatorrediBabele1928 (1)

M.C.Escher La torre di Babele (part.)

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di domenica 12 giugno 2016

.

la repubblica

Emiliano Morreale Neurocinema. L’ultima frontiera sono i sensori che permettono un’attività ancora più immersiva: Kinect, Google Glass, Leap Motion sono destinati a cambiare il nostro rapporto con la finzione Lo schermo finirà per integrare chi lo guarda nel suo stesso flusso Per diventare “empatico”. Nuovi studi rileggono il rapporto tra spettatori e film in relazione con le teorie più recenti dei neuroscienziati. Mentre tra tablet e smartphone la visione sta diventando sempre più un’azione multisensoriale. Più che cyborg, diventeremo “inforg” che vivono dentro le immagini proiettate?

.

Mario Perniola I rischi di un’arte centrata sul contrasto tra vita e forma

.

Antonio Gnoli Eugenio Monti Colla. Straparlando. L’apprendistato nella compagnia di famiglia, gli studi umanistici e teatrali. E l’incontro con Carmelo Bene, sedotto dalla sua abilità senza tempo.  “La mia vita tra terra e cielo appesa ai fili delle marionette”

.

Massimo Recalcati La Torre di Babele simbolo eterno dell’antipolitica. I tabù del mondo. Questo mito non racconta solo la superbia dell’uomo nei confronti di Dio. Ma anche, come hanno spiegato Benjamin e Derrida, la nostra intolleranza: il progetto di un edificio che ospita persone che parlano la stessa lingua nega infatti ogni diversità. E cancella l’antica arte del compromesso, che ci costringe di ascoltare l’Altro

.

corriere della sera – la lettura

Roberto Galaverni Rima o non rima, il dilemma di Celan. Tradotta finalmente la prima raccolta dello scrittore romeno di lingua tedesca: uscì in poche copie colme di errori e poi mai più, ma condensa tutti i temi del suo laceratissimo autore

.

Amedeo Feniello Tutti a Firenze, Eldorado medievale. Prima della peste trecentesca la città toscana era la terza metropoli d’Europa per abitanti: le sue prospere attività economiche richiamavano persone di ogni genere. Poi venne lo «splendido congelamento» rinascimentale, anticamera di un lungo declino

.

il manifesto – alias

Viola Papetti Jerome K. Jerome, fare ridere l’uomo moderno, spaventato. Frammentarie situazioni quotidiane raccontate dal più inglese dei grandi umoristi inglesi, tanto amato da Manganelli

.

Caterina Ricciardi Imperdonabile, persino con Dio: Flannery O’Connor. Perfettista, mistica moderna attiva, la scrittrice cattolica di Georgia ci si rivela nei suoi commerci con il Padre, a cui chiede di darle una storia, «subito»

.

Graziella Pulce Inoue, le porte di connessione. Libro chiuso, astratto, «Morte di un maestro del Tè» di Inoue Yasushi (Skira) condensa nel suicidio rituale di un monaco antico i valori più alti della tradizione giapponese: distanza, bellezza struggente e solitaria

.

Massimo Natale Calasso: addio metamorfosi, giunge l’invisibile. “Il cacciatore celeste” di Roberto Calasso, Adelphi. Nuovo titolo di un’«opera in corso» il cui nucleo è la separazione fra uomini e dei, e le sue conseguenze [manifesto]

822e26b62109fe78c1d4f76293c08022_w240_h_mw_mh_cs_cx_cy

.

l’unità

Marco Ferrari Cercando Borges nel dedalo di Baires. Viaggio nella metropoli argentina a trent’anni dalla morte del genio letterario. Tra gomitoli di strade alla scoperta dell’Aleph, delle sue case, delle librerie, dei bar preferiti

.

il sole 24 ore – nòva- domenica

Guido Tabellini Dove può arrivare il contagio di Brexit?

.

Mauro Garofalo La mistica di Philip Dick. Il futuro-presente dell’autore di fantascienza nella biografia di Carrère

df75bf36820835c61774bbf4b5913197_w240_h_mw_mh_cs_cx_cy

.

Armando Massarenti Quell’«idiota» di Borges. I due «idiots savants» di Flaubert, «Bouvard e Pécuchet», si rivelano le vere muse dello scrittore argentino. Un umorismo in cui l’intelligenza umana confina sempre pericolosamente con la stupidità

.

Paolo Legrenzi Come stanno le cose? Negare che il mondo esista indipendentemente da noi che lo percepiamo è il più grande e persistente tra gli errori filosofici. John Searle, Vedere le cose come sono. Una teoria della percezione, Cortina, Milano, pagg. 250, € 25

.

Anna Li Vigni La realtà come emergenza etica. Maurizio Ferraris, Emergenza, Einaudi, Torino, pagg. 128, €12

.

Gianfranco Ravasi La bioetica del teologo. Riconosciuto senza riserve il progresso biomedico, è però necessario interrogarsi su alcuni suoi aspetti invasivi e manipolativi

.

il giornale

Francesco Perfetti Rousseau coltivava sogni pericolosi. Fu il padre «nobile» dei totalitarismi. Le lezioni di Augusto Del Noce dimostrano che il pensiero del filosofo ginevrino declina razionalismo e religiosità in senso assoluto. Un’idea di dittatura della maggioranza diventata un lascito dannosissimo per il Novecento

domenica 12 giugno 2016

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...