domenica 8 maggio 2016

 

 Medea-Euripides

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di domenica 8 maggio 2016

.

la repubblica

 

Stefano Bartezzaghi Metterci la faccia. Un tempo furono i ritratti ora sono selfie ed emoji Perché rincorriamo il volto? Nessuno pare in grado di descrivere compiutamente un viso a chi non l’abbia visto mai. È perché visi e parole sono ai due estremi delle possibilità espressive umane

.

Silvia Ronchey Da Platone all’icona sacra cosa cerchiamo dietro l’immagine

.

Paolo Griseri Perché la moneta unica ha tradito l’Europa. Gli articoli di Luciano Gallino pubblicati su Repubblica e un testo inedito che spiega come l’uscita dall’Euro possa essere una scelta progressista e non populista

.

Antonio Gnoli Maria Teresa Rodari. Straparlando. Le serate con Buzzati, Lodi, Munari e Zavattini. Le lettere a Calvino, il lavoro di inviato… Memorie di una vita accanto a un grande scrittore. “Diceva che i ricordi sono patetici ma a me manca il passato con Gianni” [repubblica]  [miur]

.

Massimo Recalcati La sfida di Medea femmina folle di pietra e di ferro. I tabù del mondo. Resa immortale da Euripide, la madre che uccide i figli per vendetta contro il suo uomo agisce sotto il dominio di un amore cieco: una passione estrema in cui la Donna vince sulla Madre. Rifiutando anche il compromesso coniugale offerto da Giasone, in nome dei beni comuni. E rinunciando così all’“avere” pur di restare se stessa 

.

corriere della sera – la lettura

Francesco Piccolo Aiuto, il 5×1000 mi procura irrimediabili sensi di colpa. I giorni dell’anno sono questi: ogni pagina di giornale, ogni cartellone pubblicitario, ogni sala cinematografica e ogni rete televisiva mi chiede — giustamente, legittimamente, doverosamente — la mia quota di tasse per la sua causa — giusta, legittima, doverosa. La lotta contro una o l’altra malattia, la sopravvivenza di una biblioteca, la cura di un giardino, l’assistenza ai bambini o agli anziani o ai poveri del Terzo Mondo. Sono tormentato. E ogni anno non so cosa fare. Perciò propongo devoluzioni obbligatorie  [unipi]

.

Paolo Di Stefano Dentro i labirinti di Del Giudice. Di nuovo. I racconti editi e inediti raccolti in un volume rilanciano il magistero di un autore accostato, sbagliando, a Calvino

.

Antonio Carioti Gramsci approda sul touchscreen. In esposizione gli originali dei «Quaderni del carcere». Si discute sul restauro e sull’ipotesi che ne manchi uno. Un’opera di altissimo valore venne composta da un uomo malato e recluso. Poi sulle carte del leader comunista si aprì una disputa tra il Pci e la famiglia della moglie. E diversi indizi fanno pensare che possano esserci stati altri suoi testi oltre a quelli noti  [miur]

.

 

la stampa

Elena Loewenthal La torre di Babele più un dono che un castigo. Dal nuovo libro di Elena Loewenthal: la condanna divina per la protervia dell’uomo diventa un modo per moltiplicare la sua capacità di espressione  [moked]

.

il manifesto – alias della domenica

Mario Caramitti Nabokov alla ricerca di una ninfetta berlinese. Passioni, tradimenti, malavagità: il futuro autore di «Lolita» già insegue il bestseller quando, nel ’38, autotraduce in inglese il suo “Kamera Obskura”, ora nella versione Adelphi, “Una risata nel buio”    [manifesto]

.

Alberto Gaiani L’occhio di un bue, l’esistenza di Dio, il salto di una palla: le lettere di Descartes. Lettere 1619-1648 tra René Descartes, Isaac Beeckman, Marin Mersenne, da Bompiani. Tre intellettuali molto diversi per estrazione sociale, fede, interessi teoretici, si scambiano idee che saranno fondative della scienza moderna   [manifesto]

.

Francesco Benigno Botero, alla dissimulazione non giova l’ira. Ispirato al più asciutto realismo, un trattato controriformista, che chiude un mondo di conflitti e annuncia il «secolo di ferro» [manifesto]

 

.

il sole 24 ore – domenica

Giuseppe Polizzi Il bello della dissimmetria. Michel Serres. «Il mancino zoppo» è un autoritratto del filosofo francese. La sua condizione fisica è l’emblema del suo pensiero

.

Beda Romano Un’Europa di sonnambuli. Per lo storico Geert Mak l’assetto istituzionale attuale non sopravviverà oltre il prossimo decennio: o è svolta o disintegrazione  [miur]

.

Vincenzo Barone Tutti pazzi per il cosmo. Con una maestria da storyteller Christophe Galfard conduce il lettore in tre viaggi tra spazio materia e quanti  [sole24ore]

.

Gianfranco Ravasi Così Dio entra nella Polis. Anche se Gesù, proclamando la salvezza, si trovò in conflitto coi pubblici poteri del suo tempo, il messaggio cristiano deve dialogare con le realtà di ordine sociale e politico  [moked]

.

Remo Bodei Tradurre per capire. Tullio Gregory,  Translatio linguarum. Traduzioni e storia della cultura, Leo O. Olschki Editrice, Firenze, pagg. 76, € 14  [moked]

.

Goffredo Fofi Animali come noi. Anna Maria Ortese. È commovente e trascinante il fervore che muove i testi redatti dalla scrittrice in favore delle altre forme di vita  [sole24ore]

.

Marco Bona Castellotti L’ombra di Piero sul Novecento. Ai Musei di S.Domenico la riscoperta del pittore rinascimentale effettuata da Longhi e dagli artisti italiani tra 1920 e 1930

.

Roberto Escobar Accumulo sulle montagne. Jia Zhangke Al di là delle montagne (Shan he gu ren, Cina, Francia e Giappone, 2015)

 

 

 

domenica 8 maggio 2016

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...