sabato 12 marzo 2016

Parmigianino_007

Parmigianino Antea 1535 circa

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di sabato 12 marzo 2016

.

la repubblica

Luca Valtorta I nuovi incubi dell’officina Dylan Dog. L’ultima serie di casa Bonelli: “Ut è una visione rivoluzionaria, violenta e cupa. Oltre il thriller”

.

Çinar Oskay La difesa di Orhan Pamuk “Non assolvo il regime turco”. Lo scrittore premio Nobel replica a chi lo accusa di disimpegno

.

Andrea Bajani Leggere “Città in fiamme” e scoprire che parla di noiCittà in fiamme di Garth Risk Hallberg ( Mondadori, tr. it. M. Bocchiola, pagg. 1005, 25 euro)

.

Cesare De Seta Correggio e Parmigianino. I maestri che diedero un colore nuovo al Rinascimento. Alle Scuderie del Quirinale di Roma i dipinti degli artisti che nel ’500 fecero di Parma una capitale della pittura. Correggio e Parmigianino. Arte a Parma nel Cinquecento, a cura di David Ekserdjian, Scuderie del Quirinale (fino al 26 giugno, catalogo Skira)

.

corriere della sera

Mario Andrea Rigoni Immaginazione e creazione. Leopardi, il primato della lirica. Il genio di Recanati oppone al vero storico manzoniano l’indefinito e il vago, rifiutando il principio filosofico-estetico dell’imitazione. Nel segno dell’invenzione

.

la stampa – tuttolibri

Gianni Riotta L’America brucia. Ryan Gattis racconta in un romanzo adrenalinico la rivolta nera che incendiò Los Angeles nel ’92 dopo il processo agli agenti che pestarono Rodney King. Ryan Gattis «Giorni di fuoco» (Trad. Katia Bagnoli) Guanda pp. 419, €22

.

Giorgio Fontana E un blackout spedì New York all’inferno. Il libro-caso di Garth Risk Hallberg.  Garth Risk Hallberg «Città in fiamme» (Trad. M. Bocchiola) Mondadori pp. 1005, € 25

.

Paolo Bertinetti Quant’è difficile unire sentimento e realtà nell’America Anni 50. Torna il primo romanzo di Philip Roth. Un giovane intellettuale ebreo sogna responsabilità e altruismo (come nelle opere dell’amato James). Philip Roth «Lasciar andare» (trad. di Norman Gobetti) Einaudi pp. 748, € 24

.

Giuseppe Culicchia Che cosa faresti se nessuno ti vedesse? Una cavalcata tra letteratura e scienza. Dai miti greci ai carriarmati mimetizzati dal Signore degli Anelli alle nuove frontiere della fisica: il fascino “pericoloso” di essere invisibili. Philip Ball «L’invisibile» Einaudi pp.280 € 32

.

il manifesto

Federico Gurgone Dialogo dissacrante a distanza di sicurezza. «La seduzione dell’antico. Da Picasso a Duchamp, da De Chirico a Pistoletto», a Ravenna   [manifesto]

.

Benedetto Vecchi Il virus radicale delle affinità elettive. Internet è un habitat dove crescono iniziative economiche e sociali che possono prefigurare, attraverso pratiche di condivisione, lo sviluppo di una società postcapitalista. «Neurocapitalismo», un saggio di Giorgio Griziotti per Mimesis   [manifesto]

.

avvenire

Maurizio Cecchetti Derrida. Vedere è impossibile. Esce una raccolta di testi del filosofo francese incentrati sulla questione delle immagini. Un pensiero che vuole decostruire le categorie del visibile occidentale su ciò che è irrappresentabile Con una precisa matrice ebraica. Jacques Derrida Pensare al non vedere Jaka Books   [unipi]

.

il foglio

Annalena Benini La dolce stanchezza. La lotta contro la pigrizia, il mostro di velluto che ci afferra e ci trascina con sé. Ore a guardare l’acqua che scorre ma anche a fantasticare sulle vite degli altri [foglio]

.

Luciano Capone Zappe esoteriche. Origine cervellotica e fortuna modaiola dell’agricoltura biodinamica, dal partito verde del nazismo ai circoli bio a chilometro zero di oggi  

 

Giuseppe Marcenaro  Saint-Just, che si fece tiranno e morì di tirannia. Il bello e sanguinario della Rivoluzione. Era nato in un piccolo centro della Borgogna, dove aveva incontrato adolescente Thérèse, il grande amore della sua vita. Partì per Parigi, con i suoi furori e le sue cupezze, e diventò l’anima nera di Robespierre. Finì ghigliottinato 

 

Nadia Terranova La strega radicale. L’impegno civile e la letteratura sgarbata: Maria Teresa Di Lascia, una vita ardita e controvento. Raccolto in un libro il suo “ciarpame”  [miur]

.

 

Annamaria Guadaghi Una vita, tante vite. Se dieci biografie vi sembran poche. Perché tanto interesse attorno a Charlotte Brontë? Oltre ai libri, nascondeva una passione impossibile 

 

 

sabato 12 marzo 2016

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...