domenica 24 gennaio 2016: la Lettura

stano_g

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di domenica 24 gennaio 2016:

corriere della sera – la lettura

.

⇒ Antonio D’Orrico Dylan Dog. Tiziano Sclavi ha chiuso con il fumetto e i romanzi. Dopo 25 anni ha anche abbandonato la psicoanalisi (un farmaco costa meno e ha lo stesso effetto: nessuno). Per paura non guida quasi più e non prenderà mai l’aereo. Il primo episodio uscì nel 1986. «Vorrei essere lui — dice oggi il suo creatore, autore di un western in seconda media e di uno 007 per uso personale — dal punto di vista fisico. Ma anche mentale: non è che la mia testa funzioni benissimo». Il più grande scrittore vivente? Grisham  [corriere]

.

★ Donatella Di Cesare Walter Benjamin. Il teologo dell’economia. L’attualità straordinaria di un pensatore che indicò nel capitalismo la religione della nostra epoca. Un culto basato sull’indebitamento generale che non conosce tregua né perdono e cancella la differenza tra il giorno e la notte. Tra i suoi sacerdoti c’è anche Marx, il cui socialismo ne è in fondo l’erede diretto  [unipi]  [moked]

.

Serena Danna L’età adulta è un’invenzione (e neanche tanto bella). La difficoltà di crescere, tipica dei nostri tempi, dipende anche dalla concezione negativa della maturità: colpa di scrittori che l’hanno demolita, della rivoluzione sessuale e del rock: così la pensa lo storico Steven Mintz

.

→ Edoardo Boncinelli Sorrido, dunque sono. La natura umana. Edoardo Boncinelli riceverà a Palermo la prossima settimana una laurea honoris causa in filosofia. Qui anticipa i temi della lectio e identifica nelle regioni del cervello le ragioni per cui siamo ciò che siamo

.

Antonio Carioti Innovatori inaspettati. Spesso grandi scoperte non nascono da tecnologie sofisticate, ma da intuizioni semplici o dall’incrocio di fattori complessi, se non proprio dal caso. Il mutamento è quindi imprevedibile. Quali invenzioni del Novecento hanno contribuito maggiormente a cambiare la nostra vita?   [moked]

 

.

Cristina Taglietti Tracy Chevalier. «L’orecchino di perla mi tormenta Sono stufa di scrittori maschi». L’autrice che ha reso popolare la servetta di Vermeer racconta il romanzo in uscita ambientato in America e la nuova sfida: la riscrittura di «Otello». «Il libro è ispirato a un eroe del folclore statunitense famoso perché distribuiva semi di mele»

.

★Alessandro Piperno Leggete Haruf! Ha ragione mio padre. «Benedizione» è lo straziante epilogo di una trilogia West sulla pianura. Il protagonista è un Ivan Il’ic del Colorado, ma parsimonioso e infaticabile. Uno scrittore praticamente sconosciuto in Italia, una piccola casa editrice: un miracolo. Qui c’è la lingua di Cormac McCarthy, la capacità di inventare luoghi di Faulkner e Márquez. Kent Haruf Benedizione. Traduzione di Fabio Cremonesi NN editore pagine 280, 13,60

cover-3

.

Maurizio Ferrera Sono Prometeo, Ulisse e Faust gli ispiratori dell’Europa. Secondo Cavalli e Martinelli la razionalità e l’individualismo sono i due valori portanti della costruzione comunitaria. Oggi minacciati dal terrorismo e dai risorgenti egoismi nazionali  [unipi]

.

→ Roberto Galaverni Pozzi fuori moda. E va bene così. La raccolta definitiva dei versi di un’autrice coeva di Bertolucci, Caproni, Luzi e Sereni, eppure così a sé

.

→ Vincenzo Trione Barnes è Vasari, Hughes Savonarola. I libri di due autori anglosassoni, un romanziere e un critico-storico della cultura, dedicati ai temi dell’arte: il primo recupera la dimensione biografica di alcuni personaggi famosi, il secondo biasima gli eccessi della postmodernità

.

→ Davide Ferrario Una risata vi consolerà. Il clamoroso successo di Zalone, la scomparsa di Scola. Gli attori non creano più maschere, interpretano se stessi. Che fine ha fatto la commedia all’italiana? Una volta produceva mostri e personaggi cattivi, oggi poveracci e vittime in cui identificarsi

.

Maurizio Porro E adesso mi leggo un bel film. Arrivano nelle sale le biografie di David Foster Wallace e Dalton Trumbo: l’eroe desolato di «Infinite Jest» e lo sceneggiatore ferito dal maccartismo. È in programmazione l’agiografia di Jobs, si annuncia una pellicola su Neruda. Mentre è appena uscito un fantasy horror ispirato ai segreti inventati dello scrittore Robert Lawrence Stine

domenica 24 gennaio 2016: la Lettura

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...