domenica 3 gennaio 2016: la Lettura

Buster_Keaton

David Levine Buster Keaton

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di domenica 3 gennaio 2016:

corriere della sera – la lettura

.

⇒ Edoardo Boncinelli La curiosità salverà il mondo. Quando ti metterai in viaggio verso Itaca, dice Kavafis, devi augurarti una lunga strada. Il desiderio di conoscere l’ignoto e il diverso muove la storia e favorisce il dialogo

.

Adriano Favole La non-società. 1) Spariscono i luoghi d’incontro, per esempio le sale d’attesa delle stazioni; 2) prevale quella che Kant chiamò insocievolezza, alimentata da individualismo e ossessione per la scarsità; 3) il mondo non è povero di beni materiali, ma di risorse simboliche e ideologiche. Oggi le teorie convivialiste indicano una nuova via  [unipi]

.

Stefano Gattei Il bosone e i suoi fratelli. Rapporto su ciò che troveremo. Istituti di ricerca e dilettanti, tutti mobilitati. Vale la morale del Mit di Boston: il limite è il cielo. Nuove particelle subatomiche e onde gravitazionali. Poi bisturi e lenti a contatto (e persino pelle) intelligenti: ma se falliamo, qualcosa impariamo lo stesso  [unipi]

.

Giuseppe Remuzzi Neanderthal ci difende dai virus. L’esame del Dna sui fossili mostra che abbiamo ereditato diversi geni da altre specie umane ormai estinte. Spesso sono preziosi, ma a volte causano gravi malattie. I nuovi mezzi di indagine consentono un’analisi dei reperti che integra e a volte contraddice le ipotesi degli archeologi. Si arriva così a riscrivere la preistoria dell’Homo sapiens  [miur]

.

Marcello Flores Cieco davanti alla storia: perché l’uomo non capisce che cosa sta per succedere. A 91 anni Marc Ferro ripercorre vicende drammatiche (nazismo, Khomeini, Isis…) per indagare l’incapacità di comprendere i segni dei tempi

.

Alberto Melloni Don Lorenzo Milani, insegnante. Uscirà a settembre l’edizione nazionale delle opere del prete di Barbiana, morto quasi 50 anni fa. Le parole (e le opere)  di un ebreo nato artista e diventato sacerdote, esiliato in montagna per le sue posizioni su pace, scuola, obbedienza. Abbiamo chiesto al presidente del Comitato di raccontare trama filologica e passione civile di testi ancora attuali

.

→ Fabio Deotto Il futuro ha un nuovo futuro. Il ritorno (rivisto) delle distopie. John Stuart Mill fu il primo a utilizzare il termine (in un dibattito politico). Samuel Butler fu uno dei primi a esplorarlo come genere narrativo. Poi sono venuti Evgenij Zamjatin, Kurt Vonnegut, Aldous Huxley e George Orwell. Oggi Jennifer Egan e Margaret Atwood hanno impresso un’altra svolta

.

Alessandro Beretta Cronaca di una morte accettata (alla fine). Il testo autobiografico di Marco Peano resta uno dei migliori debutti dell’anno appena chiuso

.

Giorgio Montefoschi Anche Naipaul ha un cuore di tenebra nascosto in fondo all’Africa nerissima. Lo scrittore anglocaraibico ripercorre gli stessi luoghi dell’amato Joseph Conrad immaginando il destino di un giovane indiano ambizioso e passionale

.

Vincenzo Trione I boccioniani. Il pittore e scultore rimosso a un secolo dalla morte (con un’eccezione a Milano). Ecco gli eredi. Umberto portò tempo e movimento nelle forme dell’arte. Uno slancio ancora vitalissimo che ispira gli architetti: sono soprattutto loro a rivisitare l’azzardo delle sue visioni

.

Lauretta Colonnelli Il Ghirlandaio senza ciliegie. Nell’«Ultima cena» in Ognissanti a Firenze il maestro dipinse 37 piccoli frutti, 61 in San Marco. Ma nella Badia di Passignano, il primo dei tre affreschi sul tema, non ce n’è nessuno. E la tovaglia è stata realizzata in fretta. La soluzione del mistero è nelle «Vite» del Vasari, che racconta della cattiva accoglienza da parte dei monaci e di una rissa tra il fratello dell’artista e uno di loro

.

Ranieri Polese De André corregge Leopardi. Mezzo secolo della «Canzone dell’amore perduto». Che suggerisce echi tra l’autore e il poeta dell’800. Faber fa fiorire e appassire viole e rose nei tempi giusti mentre Giacomo le metteva nellostesso «mazzolin»

.

Maurizio Porro Muto ma non zitto: era Buster Keaton. Mezzo secolo fa moriva il geniale attore, icona di Hollywood. Recitò con Chaplin, ispirò Samuel Beckett. Nel 1953 ebbe una parte in un varietà al Puccini di Milano, città che dal 9 gennaio gli rende omaggio con una rassegna di film

.

→ Franco Cordelli Uteri in affitto, una trama per l’Orestea. Il capolavoro di Eschilo è un arduo cimento per registi e attori. Gassman pretese a Siracusa la traduzione di Pasolini contestata dai filologi, Peter Stein inaugurò genialmente gli anni Ottanta. Ora ci si confronta Luca De Fusco

.

Ayse Kulin La mia Turchia tradita dall’Europa. Una scrittrice e la sua anima divisa tra Est e Ovest: gli occidentali ci hanno usato e discriminato. Le conseguenze? Le paghiamo tutti: nel mio Paese la democrazia è un sogno 

.

domenica 3 gennaio 2016: la Lettura

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...