sabato 5 dicembre 2015

particolare-inferno-2

Particolare dell’Inferno di Buffalmacco

.

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di sabato 5 dicembre 2015

.

la repubblica

★ Walter Siti Elogio di Rebora il poeta mistico dalle mille vite. La riscoperta di un autore trasgressivo. Segnato dalla guerra e dalla fede 

clemente-rebora-meridiano

.

corriere della sera

→ Livia Manera Il disincanto del mondo incantato. Fleur Jaeggy Le statue d’acqua Adelphi

0f5ddbaac05bbf58ca94cd2c951efa49_w240_h_mw_mh_cs_cx_cy

Ida Bozzi Montale e il paesaggio ligure «Ma va riscoperto l’intellettuale». Il festival dal 10 dicembre a Monterosso. Pensando a un’edizione sul lavoro del Nobel al «Corriere»

.

Alberto Cottino L’umanità quotidiana. Nella poetica dei Carracci un racconto di vita e natura che anima la cultura emiliana. Con le opere provenienti dai Musei Capitolini, Bologna riabbraccia Annibale e Ludovico insieme agli altri pittori della sua scuola seicentesca emigrati a Roma che nel confronto con Raffaello e Michelangelo seppero mantenere la loro identità

.

Francesca Bonazzoli Reni, un’anima tormentata che inseguiva la purezza

.

→ Luigi Accattoli Dai Romani ai Papi una seconda «capitale»

 

la stampa – tuttolibri

⇒ Jonathan Lethem Dick: “Dio m’ha illuminato con un pesciolino d’oro”. L’ultima, colossale, visionaria opera dello scrittore. Ottomila pagine di appunti, intuizioni iniziatiche, sogni e romanzi: per raccontare il rapporto tra il disegno divino e la Terra degli umani. Philip K. Dick «L’esegesi 2-3-74» (a cura di Pamela Jackson e Jonathan Lethem; trad. di Maurizio Nati) Fanucci pp. 1299, 50  [stampa]

cover_L_Esegesi_Philip_K_Dick_medium

.

Paolo Di Paolo Pamuk, il rapimento della sposa sbagliata. Tra mito e commedia degli equivoci. Un venditore ambulante di bevande (un po’ alcoliche) s’innamora della fanciulla che ha visto per pochi istanti. Orhan Pamuk «La stranezza che ho nella testa» Einaudi pp. 584, 22

.

Hans Tuzzi Se Wolfe si commuove per un pugno di dollari. Ritorna l’eroe di Rex Stout. Non è sensibile solamente ai ricchi onorari, può anche rispondere all’appello di un lavavetri. Rex Stout «I ragni d’oro. Le inchieste di Nero Wolfe» Beat pp. 191, € 9

.

Mirella Serri Sfogliatelle, caffè e sangue napoletano. Un «doppio» De Giovanni. Ricciardi “indaga” tra le foto della Napoli Anni 30. I bastardi di Pizzofalcone difendono i “cuccioli”   [stampa]

.

Marco Belpoliti Il Giappone a rovescio dove si sale a cavallo da destra. Lévi-Strauss. I cinque viaggi orientali del grande antropologo in una civiltà che usa gesti opposti rispetto alla Francia. Claude Lévi-Strauss«L’altra faccia della luna» Bompiani pp. 231, € 14

.

Bruno Ventavoli Diario di lettura“Guardare il mondo? Meglio d’un orgasmo”. Ferdinando Scianna. Il fotografo (scrittore). “Per fotografare serve più la fortuna che il talento ma anche aver tante letture in testa può essere utile”

.

il manifesto

Arianna Di Genova L’inferno torna a casa. Restauri. Un’intervista con Carlo Giantomassi che, insieme a Gianluigi Colalucci, sovrintende ai lavori per il ciclo di affreschi di Buffalmacco, in procinto di essere ricollocati nel luogo originario: erano stati strappati dopo che una scheggia di bomba aveva incendiato le mura del Camposanto di Pisa   [manifesto]

.

Francesca Angeleri A tavola per rovesciare il potere. «Al Dente. Storia del cibo in Italia» di Fabio Parasecoli, edito da Bus. Un libro che mostra come la gastronomia possa essere uno strumento di politica attiva  [manifesto]

.

Alfonso Gianni Dialoghi sul declino della sinistra. «Rosso di sera» di Carlo Formenti e Fausto Bertinotti. Il volume sarà presentato a «Più libri Più liberi»  [manifesto]

.

il manifesto – alias

Beatrice Cassina La donna ritrovi lo spirito indomito dentro di sé. Jean Shinoda Bolen, psicologa junghiana, autrice di “Artemide” presenterà il suo libro il 6 dicembre a “Più Libri più Liberi”   [manifesto]

.

★ Luciana Castellina Sartre in Italia. Dagli anni ’40 all’incontro con Togliatti in occasione della messa in scena di “Les mains sales”, alla collaborazione con gli intellettuali italiani, alla partecipazione a numerosi convegni e la vicinanza con i movimenti della sinistra  [manifesto]

.

il fatto

Silvia Truzzi AutografiLa terza vita di papà Sgarbi: “Vittorio, Betti e le memorie del Po”. Una lunghissima vita. Quasi 95 anni: farmacista di campagna, marito, padre, cacciatore, pescatore. E ora scrittore di successo [miur]

.

Francesco Musolino La Prima guerra mondiale la paghiamo ancora oggi. Wu Ming. “L’invisibile è ovunque”, nuovo romanzo del collettivo

.

il mattino

⇒ Giuseppe Montesano I russi, questione di feeling. Tolstoj, Cechov e Gogol nella rilettura di Landolfi, aristocratico romantico

.

Guido Caserza Con Bettini tra uomini e dei: un’indagine sui paradigmi culturali della civiltà romana

.

il foglio

Stefano Cingolani La lezione di Bush. Ricordate le Torri gemelle? Come hanno reagito gli Stati Uniti e come non ha reagito l’Europa dopo il 13 novembre a Parigi   [foglio]

Annalena Benini Dieci donne da amare.  Storie di ragazze da romanzo e da film. Che raccontano come vivere non la felicità ma l’esistenza  [foglio]

Michele Masneri Er lupo de noantri. Diavoli, finanza, Teseo, libri e molti soldi. Chi è Guido Maria Brera, lupacchiotto di Wall Street seduttore prima del Cav. e ora dei renziani.

.
Marianna Rizzini Uomini al fronte. Battuta sempre pronta e petto in fuori. I parafulmine di Matteo Renzi. Atlante minimo

Giulio Meotti Narcisi e ciarlatani. Questo il catalogo dopo Parigi. Da Umberto Eco a Daniel Pennac. Quegli intellettuali che spiegano il terrorismo come castigo anticapitalista. E’ iniziato con Derrida e Baudrillard: le Torri gemelle vennero giù a causa della globalizzazione. I jihadisti? Vogliono soltanto un posto a tavola    [foglio]

.

libero

→ Paolo Nori Un giallo per snob e fan di Dostoevskij. Marco Malvaldi. Ambientato nel 1901, «Buchi nella sabbia» vede come detective lo strampalato poeta Ragazzoni. E funziona quasi fino alla fine

.

il giornale

Francesco Perfetti Così De Felice dimostrò che il fascismo fu solo un totalitarismo a metà. Ripensare il Ventennio. Lo studioso investigò la genesi e lo sviluppo del Regime e ne mise in luce tutte le differenze rispetto al nazismo. Mussolini capì e utilizzò gli strumenti per condizionare le masse, ma la Chiesa e il Re limitarono il suo potere

sabato 5 dicembre 2015

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...