martedì 24 novembre 2015

4246b121d2dc949b8f082c5f57840a3b_XL

Gli articoli più interessanti nelle pagine culturali dei quotidiani di martedì 24 novembre 2015:

la repubblica

Marie Richeux “Perché lo stato di emergenza non può essere permanente”. Giorgio Agamben. Il filosofo critica la decisione di Hollande di modificare la Costituzione. “È pericoloso accettare qualsiasi limitazione della libertà in nome della sicurezza”

.

Paolo Rumiz La marcia in pace del popolo esiliato

.

Francesco Merlo Mondazzoli addio. Umberto Eco, Sandro Veronesi, Hanif Kureishi, Tahar Ben Jelloun: sono tra il meglio della scuderia Bompiani. Non hanno accettato di pubblicare per il nuovo colosso controllato da Segrate. E hanno deciso, insieme ad altri autori, di seguire Elisabetta Sgarbi in una nuova avventura,“La nave di Teseo”. Perché? “Siamo pazzi”   [repubblica]

.

→ Massimo Recalcati La differenza tra mangiare e stare a tavola. La terra, il cibo, il convivio. Esce “Spezzare il pane” il nuovo libro di Enzo Bianchi

.

Andrea Camilleri Splendori e miserie dei Grandi del ’900 che ho visto da vicino. Certi momenti di Andrea Camilleri ( Chiarelettere, pagg. 168, euro 15)

.

Antonio Pinelli Hayez. L’uomo che unì l’Italia con la sua pittura. Le Gallerie in piazza Scala a Milano celebrano l’artista che fu anche l’inventore di uno stile nazionale durante il Risorgimento

.

corriere della sera

Severino Colombo Il cuore degli sbirri è piccolo piccolo. Maurizio de Giovanni: una neonata e un cucciolo di cane per i «bastardi di Pizzofalcone»

.

Cristina Taglietti Elisabetta Sgarbi lascia la Bompiani. «Ecco perché lancio La nave di Teseo. Svolta dell’(ex) direttore del marchio acquisito da Mondadori: «Pluralità a rischio». Il nome scelto da Eco   [corriere]

.

la stampa

Mario Baudino Elisabetta Sgarbi lascia Bompiani e salpa con “La nave di Teseo”. Ieri l’annuncio. Con lei il nucleo storico dell’editrice acquistata da Mondadori: Andreose, Eco e un folto drappello di autori  [stampa]

.

Paolo Di Paolo Elsa Morante, scrittrice senza padri (ma forse con una madre). Moriva 30 anni fa, tre volumi ne indagano il mistero

.

il manifesto

⇒ Enrico Terrinoni Una scrittura indigesta. L’autore irlandese Jonathan Swift è un rompicapo per i critici. «I viaggi di Gulliver» lo hanno inserito fra gli scaffali della letteratura per ragazzi, ma lui era soprattutto un polemista e un «patriota involontario». Come dimostra il pamphlet «Una modesta proposta», ripresentato da Marsilio in questi giorni  [manifesto]

.

Simone Pieranni Movimenti di un mimetismo socialmente necessario. Sullo sfondo della prima guerra mondiale, quattro movimenti. «L’Invisibile ovunque» dello scrittore collettivo Wu Ming per Einaudi  [manifesto]

.

Cristina Piccino L’Italia dimenticata dei bufalotti e dei Pulcinella. È una delle sorprese di questa stagione, «Bella e perduta» di Pietro Marcello. La storia del pastore Tommaso Cestrone e della sua resistenza nella Terra dei fuochi  [manifesto]

.

il fatto

Silvia Truzzi Liberi libri, quelli che “bye bye Mondazzoli”. Editoria Elisabetta Sgarbi lascia Bompiani e fonda “La nave di Teseo”: con lei Eco, Colombo, Veronesi, Nesi e Perroni

.

il messaggero

Renato Minore E il libro si fece bello. Cinquecento anni fa moriva Aldo Manuzio, l’umanista considerato il precursore degli editori odierni Dalla sua stamperia uscirono milioni di volumi, inventò il frontespizio, il corsivo e le pagine numerate. Erasmo da Rotterdam era convinto che farsi pubblicare da lui gli avrebbe assicurato fama eterna

.

il sole 24ore

→ Alberto Negri L’interesse di Teheran   [sole24ore]

.

→ Luca Ricolfi Il terrorismo jihadista e la strategia del rospo Zen   [sole24ore]

.

avvenire

★ Massimo Onofri Morante, sgomento metafisico  [avvenire]

.

il foglio

★ Antonio Pascale Numeri positivi. Trentenni che vi lamentate di come va il mondo, cambiate visuale. Vi spiego perché l’occidente è ancora padrone del pianeta

.

libero

Paolo Bianchi Cadaveri e vampiri del neogotico italiano. Dall’Ottocento a oggi, anche la nostra letteratura ha conosciuto il macabro e il fantastico come filone popolare o sotterraneo. Tutto da riscoprire in scrittori quali Rovani, Capuana, Ghislanzoni e Onufrio

.

il giornale

→ Camillo Langone Nori, il bastian contrario che smonta i miti d’oggi. Esce in libreria «Manuale pratico di giornalismo disinformato» in cui l’autore dileggia il conformismo, dal crowdfunding a Saviano

.

martedì 24 novembre 2015

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...