sabato 23 maggio 2015

three-prostitutes-on-the-street-1925.jpg!Blog

Otto Dix Tre prostitute nella strada 1925

.

Le pagine culturali più interessanti nei quotidiani di sabato 23 maggio 2015

.

Simonetta Fiori Siamo rimasti senza scrittori e senza popolo. Intervista ad Alberto Asor Rosa. Torna il suo celebre saggio. Con un sequel         [unipi]

la repubblica

.

Silvia Ronchey Il Trono di Spade ultimo classico di noi uomini senza passato. Nell’era dell’eterno presente web la febbre per la serie tv rivela un desiderio di radici culturali

la repubblica

.

Concita De Gregorio Tutti a casa. Nel festival intimo ogni spettatore ritrova se stesso. Oggi l’ultimo film in gara, “Macbeth” con Fassbender e Cotillard, poi la corsa alla Palma che sarà consegnata domani

la repubblica

.

Gillo Dorfles Gorizia capitale della dissonanza. All’inizio del Novecento fu la patria di una rivoluzione estetica. Michelstaedter ne era il simbolo. Il linguista americano Thomas Harrison dedica un saggio alla città giuliana (Editori Riuniti). Thomas Harrison, 1910, L’emancipazione della dissonanza (traduzione di F. Lopiparo, Editori Riuniti, pp. 314, 20)     [miur]

corriere della sera

1910-580x580

.

Marco Belpoliti Sul sottofondo italiano il fallimento di una generazione. La copertina. Giorgio Falco «Sottofondo italiano» Laterza, pp. 81, 14

la stampa – tuttolibri

sottofondo_italiano.

Paolo Di Paolo Se solo cadesse la neve su suore, figlie, genitori. Le storie brevi di Valeria Parrella. Tra Napoli e il mondo, tra i bassi e Liverpool un’umanità che attende qualcosa dal cielo. Valeria Parrella «Troppa importanza all’amore» Einaudi pp. 116, € 14

la stampa – tuttolibri

.

Maurizio Maggiani “Caro Leopardi, e se facessi dialogare Chaplin con Stalin?”. Così ho «riscritto» le Operette morali. “Va bene soffrire a più non posso, ma diamoci una tregua, e proviamo a divertirci un po’…”      [miur]

la stampa – tuttolibri

.

Paola Rudan Il paradosso della buona vita. In «Disfare il Demos. La rivoluzione invisibile del neoliberalismo», la filosofa statunitense Wendy Brown avverte che l’«homo oeconomicus» è ormai un protagonista incontrastato: ha plasmato i soggetti in «capitali umani». Le donne sono doppiamente votate all’insuccesso, a causa delle loro responsabilità di cura     [manifesto]

il manifesto

.

Fausto Curi Una cordiale profanazione. Ricordi e annotazioni dal Gruppo 63: per apprezzare le cose che gli piacevano, Enrico Filippini aveva bisogno di profanarle, ma in modo allegro, giocoso, cordiale, benevolo     [manifesto]

il manifesto – alias

.

Giovanni Sabbatucci Memorie di Grande guerra. Solo dopo Caporetto le ostilità divennero meno logoranti e più comprensibili: bisognava difendere il territorio

il messaggero

.

Sandro Fusina Barocco a Roma. L’arte, la guerra, i papi

il foglio

.

Stefano Cingolani La banda calda.  Il grande gioco della telefonia comincia con una partita a tre: Telecom, Mediaset e il bretone Bolloré. Poi irrompe Renzi ed entrano in campo Vodafone, Enel e l’immancabile Bassanini   [foglio]

il foglio

.

Angiolo Bandinelli Dalla monnezza all’arte, vademecum per un’estetica del degrado. Ricordate l’orinatoio di Duchamp? La discarica, i rifiuti, gli oggetti consumati continuano a provocare disgusto e alienazione. Ma quando sono manipolati da un artista, suscitano attenzione, impensati dirottamenti logici e, infine, ironia

il foglio

.

Marianna Rizzini I tronisti della politica. Parlamentari da talk-show. Atlante arbitrario delle facce nuove e vecchie, smaglianti o afflosciate

il foglio

.

Fabiana Giacomotti I vicini di Proust. Quando battevano i tappeti, o i “colpettini sul parquet” svegliavano lo scrittore. Le lettere all’arpista, sposa infelice, del piano di sopra

il foglio

.

Roberto Raja Il Piave mormorò.  Doppiezze, silenzi, opportunismi. Ma anche per il neutralista Croce era Realpolitik. Cento anni fa l’Italia in guerra, spinta dalla piazza

il foglio

.

Mariarosa Mancuso Nuovo Cinema Mancuso. Le recensioni dei film del weekend [foglio]

il foglio

.

Stefano Di Michele Buttanissimo dibattito.  1948, arriva in Parlamento la legge della Merlin. E subito esplode il gran brusio sulla chiusura dei casini. Dopo l’approvazione resta l’urlo di Totò: “Arrangiatevi!”

il foglio

.

Marcello Veneziani Papini, storia di un interventista pentito. Dopo aver scritto pagine di fuoco a sostegno dell’Italia al fronte per «riscattare la mediocrità» lo scrittore si convertì alla pace. Descrisse il suo doloroso revisionismo in un libro uscito postumo

libero

sabato 23 maggio 2015

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...