domenica 12 aprile 2015

Einstein Pericoli

Tullio Pericoli Albert Einstein

.

Le pagine culturali più interessanti nei quotidiani di domenica 12 aprile 2015

.

Antonio Gnoli Giuliana Lojodice.  Straparlando. Ha calcato le scene teatrali accanto a Tieri e Visconti. Fino a un viaggio che l’ha cambiata profondamente.  “Aroldo, Luchino e gli altri uomini sul palcoscenico della mia vita”

la repubblica

.

Paolo Di Paolo A Roma con Nanni. Passeggiata con regista da un set all’altro. “Mi piace girare in posti veri, e magari ricrearli, adattarli” racconta Moretti. Dal quartiere Prati alla Garbatella, dal Ponte Flaminio al vecchio cinema Capranichetta del suo nuovo film

la repubblica

.

Maurizio Bettini Nascita di Dioniso il più ambiguo di tutti gli dei. Secondo il mito fu partorito da Zeus. E contraddittori furono gli effetti della bevanda che donò agli uomini

la repubblica

.

Andrea Carandini Lo statalismo non salverà le bellezze. Pubblico e privato devono cooperare. Daniele Manacorda sfata i luoghi comuni sul patrimonio artistico in un testo pubblicato da Edipuglia

corriere della sera

.

Mario Martone, Ernesto Galli Della Loggia Italia, Risorgimento e Leopardi. Quegli equivoci veri o presunti. Lo sguardo sull’Ottocento. Per Mario Martone il poeta di Recanati è vittima di luoghi comuni nati quando era in vita e mai più sradicati, e c’è contrasto tra il suo ateismo e la dimensione cattolica della società italiana. Secondo Galli della Loggia, però, le notazioni del regista sono disinvolte e ondivaghe

corriere della sera

.

Leonardo senza confini. La pittura, le macchine, la natura Milano celebra il maestro del sapere e del saper fare

Giulio Giorello Lo amiamo anche per l’irrequieta incompiutezza

Roberta Scorranese Nelle grandi opere il racconto sofferto della natura mortale. A Palazzo Reale alcuni dei pezzi più famosi

Carlo Bertelli Oltre i volti la psicologia dell’umana passione

Francesca Bonazzoli Il mito della Gioconda (nato da un furto). Il dipinto era famoso già nell’Ottocento, ma diventò un tormentone quando venne trafugato, nel 1911 Da Duchamp alla «versione Simpson»: ecco perché Monna Lisa ha stregato l’immaginario moderno

corriere della sera

.

Luigi Ripamonti Sì, la cultura riflette la biologia. Rizzolatti e la rivoluzione dei neuroni specchio. «Chi ci critica è fermo agli studi degli anni 90». Lo scienziato affronta l’intreccio tra neurologia, sociologia e politica. Così è più facile comprendere gli altri

corriere della sera – la lettura

Macché Cavallini, questo sconosciuto: Giotto tira di più!.

Giovanni Ventimiglia Aristotele è emigrato in Australia. La rivincita della metafisica nel mondo anglosassone. Cresce la critica alla visione quantitativa dell’essere. Come ai tempi dell’antica Roma il pensiero greco dimostra la sua grande vitalità e conquista spazio in Gran Bretagna (ovvio), ma soprattutto negli Stati Uniti e in Oceania. Un’impostazione più vicina al senso comune che confuta i dogmi della scuola analitica

corriere della sera – la lettura

.

Stefano Montefiori Salve, ragazzi, sono tornato. McLiam Wilson riemerge vent’anni dopo «Eureka Street». Irlandese emigrato a Parigi, parla l’autore del capolavoro che ha conquistato una generazione. E poi è sparito. La malinconia, la droga tra amici, un tentativo di suicidio. «Ma ora ho due romanzi. Il primo racconta di un profeta…»

corriere della sera – la lettura

.

Federico Varese Romania, nella tana degli hacker che truffano il mondo. Viaggio a Râmnicu Vâlcea capitale delle frodi su Internet: boom di siti ad hoc e money transfer

la stampa

.

Mario Baudino Carlo Fruttero. La biblioteca ideale. Esce l’ultimo libro dello scrittore torinese. Trenta fulminee note sui capolavori letterari

la stampa

.

Andrea Bajani Leggi fratello questa lingua ammalata. Narratori israeliani. Il passo di Etgar Keret è quello di chi cammina ridendo tra le bombe, e intanto parla d’altro con irresistibile cinismo: «Sette anni di felicità», il suo ultimo romanzo, è una tranche de vie in bilico nel Medio Oriente

il manifesto – alias della domenica

.

Stefano Petrucciani Un circuito virtuoso tra pulsioni e marxismo. Scuola di Francoforte. Occultati nel ventennio postbellico per opportunismo politico e teorico, questi saggi miravano a introdurre nell’orizzonte filosofico del marxismo altre discipline, e soprattutto la lezione di Freud, per potenziare la capacità di lettura critica del presente

il manifesto – alias della domenica

.

Francesca Lazzarato Violenza e rivoluzione, passando per un bordello. Classici argentini. Alimentato da una prodigiosa operazione formale, l’universo narrativo di Roberto Arlt affianca alle sue ossessioni il ritratto espressionista di un popolo umiliato e spesso feroce

il manifesto – alias della domenica

.

Sergio Givone Platonov, villaggio dell’utopia in attesa messianica. Scritto dall’autore sovietico tra 1926 e 1929, «Cevengur», riproposto da Einaudi. Un esperimento letterario per dare volto a un fenomeno fantasticato lungo i secoli e «ora» realizzato: il comunismo

il manifesto – alias della domenica

.

Carlo Franco Aristotele per le comunicazioni di massa. Filosofia antica. Rimeditare la «Retorica» col nuovo, ampio commento di Silvia Gastaldi per Carocci

il manifesto – alias della domenica

.

Luca Illetterati Habermas.  «Verbalizzare il sacro», l’ultimo lavoro di Jürgen Habermas.  La funzione evolutiva del rito nella genesi di concetti per la vita. 

il manifesto – alias della domenica

.

Claudio Gulli August Macke bussa alla porta di Franz Marc… Alla Lenbachhaus, mostra su «un’amicizia artistica». È il 1910: Macke, 23 anni, ha visto in una galleria i cavalli di Franz Marc, e va a cercarlo. Poi verranno Kandinsky, Matisse, i dissidi, le ricuciture

il manifesto – alias della domenica

.

Vincenzo Barone Hitler e i fisici della zona grigia. Nell’analisi di Philip Ball accanto ai Nobel antisemiti Lenard e Stark le posizioni ambigue di Planck, Debye e Heisenberg. Philip Ball Al servizio del Reich. Come la fisica vendette l’anima a Hitler Einaudi

978880622304GRA

il sole 24ore – domenica

.

Claudio Giunta Pessimo Montale postumo. Che sia di suo pugno o un falso di Annalisa Cima poco importa: il «Diario» è talmente scadente da non meritare tanto rumore

il sole 24ore – domenica

.

Elisabetta Rasy Lettere capitali. John Cheever. Il Grande Romanzo che il maestro delle «short stories» non riuscì a scrivere nell’epistolario ora tradotto

il sole 24ore – domenica

.

Carlo Rovelli Infinitamente grande. Albert Einstein. Si celebra il centenario della sua più bella scoperta: la relatività generale. Ma è solo una delle sue cinque idee che hanno rivoluzionato la fisica

il sole 24ore – domenica

.

Sebastiano Maffettone Volontà di sapere e potere. Foucault, lezioni all’insegna di Nietzsche: il mito della realtà oggettiva getta le sue origini nella condanna aristotelica dei sofisti. Michel Foucault, Lezioni sulla Volontà di sapere (Corso al Collège de France 1970-71, seguito da «Il Sapere di Edipo»), traduzione Massimiliano Nicoli e Carla Troilo, edizione italiana a cura di Pier Aldo Rovatti, Feltrinelli, Milano pagg. 346, € 35,00

il sole 24ore – domenica

.

Emilio Gentile Se è secolare non è religione. Hans Kelsen. Condannò gli autori che, in un verso o nell’altro, associavano fede e politica, mescolando Russell con Voegelin

il sole 24ore – domenica

.

Cristina Acidini Capolavori nel nome del Poverello. Alle Gallerie dell’Accademia di Firenze cento opere tra dipinti, sculture, oggetti e documenti illustrano l’eccezionale influenza dell’arte francescana da Assisi fino all’Asia

il sole 24ore – domenica

.

Francesco Cardini E i fraticelli conquistarono l’Oriente. Francesco sbarcò in Egitto ma non riuscì mai a raggiungere Gerusalemme. I suoi confratelli invece si spinsero fino in Cina e fondarono la diocesi di Pechino

il sole 24ore – domenica

.

Dario Fo Macché Cavallini, questo sconosciuto: Giotto tira di più!

il fatto.

.

Malcom Pagani Sergio Caputo. “Mille notti da vampiro sotto le stelle di Roma: ho perso il vizio”

il fatto

.

Renato Minore Malerba l’anticonformista. Una festa romana ieri per omaggiare il grande autore parmense con un reading di suoi testi postumi affidato a scrittori e critici, da Cavazzoni a Cortellessa, da Petrignani a Pedullà. I celebri ”Neologissimi”, i “Consigli inutili”, le “Galline pensierose” restituiscono l’arte di un maestro della ”brevitas”, la sua vena comico-fantasiosa, l’impegno e l’umorismo di un intellettuale controcorrente amante del nonsense

il messaggero

.

Andrea Maioli Todo modo, ecco il film maledetto. La Dc e il potere che divora se stesso

quotidiano nazionale

.

Alessandro Gnocchi Oggi Joyce lavorerebbe per Google. Il romanzo «Satin Island» di McCarthy entra nel dibattito sulla cultura al tempo di internet. Mentre in Italia la letteratura non esce dal tinello

il giornale

domenica 12 aprile 2015

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...