sabato 11 aprile 2015

Einstein1352

Tullio Pericoli Albert Einstein

.

Le pagine culturali più interessanti nei quotidiani di sabato 11 aprile 2015

.

Carlo Rovelli Albert Einstein. Il genio che ci ha insegnato il coraggio di cambiare idea. A sessant’anni dalla morte, la grande eredità dello scienziato è nel metodo. E negli errori

la repubblica

.

Wlodek Goldkorn Herta Müller la forza di un Nobel

la repubblica – D

.

Paolo Di Stefano La tipografia ha le gambe lunghe. Una nuova edizione di «Pinocchio» esalta i pregi della stampa: perizia tecnica e durata. Per Enrico Tallone il successo del tablet non vale l’invenzione del carattere corsivo. Un testo cartaceo resiste 500 anni e non si smagnetizza

corriere della sera

.

Ranieri Polese Nel Veneto umiliato di Zanzotto. Marzio Breda e il grande poeta

corriere della sera

.

Tonia Mastrobuoni “L’amore? È un veleno dolcemente volatile”. Uwe Timm, il decano della letteratura tedesca. Dal nuovo romanzo sulle “affinità elettive” ai tempi della Merkel alla nostalgia per il ’68, al profumo delle arance italiane

la stampa – tuttolibri

.

Margherita Oggero Uno, due, cinque centesimi d’infelicità. Dall’odiata estate alle feste dei bambini agli addobbi natalizi: i momenti di breve scontento che stropicciano la nostra vita. L’esilarante taccuino di Francesco Piccolo

la stampa – tuttolibri

.

Bruno Quaranta Raboni e la Recherche una perpetua fedeltà. Tutti gli scritti su Proust

la stampa – tuttolibri

.

Alessandra Iadicicco Hölderlin, in cerca d’assoluto per salvarsi con la poesia. L’epistolario completo. Dall’amore con Diotima all’amicizia con Hegel e Schelling. E un’onnipresente madre che lo vorrebbe ecclesiastico

la stampa – tuttolibri

.

Pasquale Coccia Gramsci, il calcio e lo scopone. Il futuro segretario del partito comunista scrisse in favore del foot-ball come gioco che rappresentava la modernità contrapposto allo scopone simbolo di corruzione e imbroglio. Apprezzarono in seguito anche Togliatti e Berlinguer, entrambi juventini

il manifesto – alias

.

Andrea Galli E l’ex-Cccp racconta assassinii e rancori nell’Emilia post ’43. Massimo Zamboni rievoca la vicenda sepolta del nonno fascista ucciso nel ’44 da tre gappisti. Saga familiare e di un’intera provincia

avvenire

.

Salvatore Merlo L’apostolo Maria. La tivù della santissima De Filippi sembra fatta apposta per perpetuare pensieri, parole e opere dell’uomo venuto da Arcore. Anche col contributo di Renzi e Saviano

il foglio

.

Alessandro Giuli Cioran, il tramonto. L’ineffabile nostalgia di una vita senza corpo e senza tempo. Lettere famigliari dall’abisso. Il languore dello gnostico immodesto che fu, o che volle sembrarci, perché Cioran fu eretico anche nel suo gnosticismo

il foglio

.

Annalena Benini L’indispensabile maledizione di un amore senile, la punizione della carne. Emil e Friedgard. La giovane insegnante di Filosofia che conquistò il cinico Cioran, tempestò la sua recita della saggezza e lo fece dormire piuttosto bene. “Pour rien au monde

il foglio

.

Eugenio Cau Troll industriali. Eserciti di funzionari annoiati riempiono internet di propaganda per i governi. Il caso della Russia e le risposte dell’occidente

il foglio

.

Matteo Marchesini L’isola di Narciso. Elsa Morante e quel “fatale amore di sé”. In un apologo del 1950 la chiave per capire il suo mondo romanzesco. Già postmoderno

il foglio

.

Michele Magno Bruno docet. C’è sempre una politica dietro il tradimento. Il catalogo delle infedeltà. Rivoluzionari e voltagabbana, convertiti e rinnegati, pentiti e spie, non sempre accompagnati dall’etichetta dell’infamia: qualcuno, mentre si trasformava nei secoli l’idea stessa di lealtà, ha fatto la storia. Un libro di Marcello Flores

il foglio

.

Stefano Di Michele Sua Eccellenza lo sbirro. Perché Gianni De Gennaro, che fu capo della polizia, non potrà mai separarsi dalla sua ombra

il foglio

.

Claudia Gualdana Il ritorno degli dei. L’arte del Rinascimento resa immortale dai miti. Bull svela le chiavi per comprendere i capolavori del ’400 e ’500. In grado di riannodare una storia spezzata tramite la sensualità di Venere, la gioia di Bacco e la forza di Ercole

libero

sabato 11 aprile 2015

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...